IL TUO GATTO E LA SUA NUOVA DIETA: SIETE PRONTI PER LA SFIDA?!


È tutto pronto!

Hai comprato tutti gli ingredienti e li hai cucinati con amore?! Adesso ci sarà la prova del 9... e temi già di rivivere la solita scenetta di lui, il tuo amato micione, che con aria quasi insofferente si avvicina al suo piattino (ma non troppo!) e poi prende e se ne va?!


Non temere, tutto normale, abbiamo il tempo e il modo per aiutarti in questa grande ma fattibile impresa!


Ecco i nostri 10 infallibili consigli per mettere in atto ciò che avresti da sempre voluto fare: cambiare la dieta del tuo gatto!

1. Abitudini consolidate: i gatti sono molto abitudinari ed è quindi necessario procedere per piccoli passi inserendo molto gradualmente il nuovo alimento. Iniziate quindi da un cucchiaino del nuovo cibo mischiato al loro solito alimento e aumentate molto lentamente la proporzione... potrebbero volerci anche dei mesi!!

2. Consistenza: la sensibilità e l’abitudine non sono solo al gusto ma anche alla consistenza del cibo. Provate a triturare il cibo secco e cospargerlo sopra alla carne come piccole briciole croccanti!

3. Insaporitori: per insaporire il suo nuovo cibo e abituarlo al nuovo gusto provate ad utilizzare il liquido contenuto nelle latte di filetti di pesce in scatola (ad esempio salmone spigola sgombro grigliati o al vapore o del tonno al naturale non salato - attenzione agli aromi e alle spezie, ad esempio limone o peperoncino!) o aggiungete sopra il cibo dei gamberetti o del fegato dopo averli triturati o del brodo di carne o pesce bolliti in acqua anche con un pizzico di sale.

4. Brodo di carne o pesce: apprezzati da molti, si possono preparare anche con un pizzico di sale o dei tagli più grassi.

5. Temperatura: mai servire cibi freddi da frigo. Riscaldare leggermente esalta odore e sapore del cibo. I gatti sono cacciatori e alcuni preferiscono i cibi quando leggermente riscaldati alla temperatura delle loro prede naturali (circa 38-39 gradi).

6. Muoversi di arguzia e psicologia: il gioco (imitazione della caccia) e il cibo per il gatto sono indissolubilmente legati, così come è in natura. Alcuni gatti possono trovare noioso e ignorare un cibo ordinariamente servito nella ciotola, ma sono felici di mangiarlo se se lo sono “rubato” da soli o anche soltanto se è “servito” in modo diverso.. Molti proprietari riferiscono che i gatti si sono rifiutati di mangiare il cibo proposto fintano che il proprietario non ha finto di dimenticarsene lasciandolo incustodito, preferibilmente non in una ciotola ma in altro contenitore o piatto oppure in un luogo piu’ “interessante” o addirittura “proibito” per il gatto

7. Attività ludica: gioca con il gatto prima di offrirgli il cibo. A volte il gatto è più felice di mangiare dopo 10-15 minuti di gioco attivo. E anche dopo delle carezze!

8. Giocare con il cibo: incoraggiate il vostro gatto a giocare con la carne offerta, tagliata a pezzi nastriformi e utilizzata imitando il movimento della preda naturale.

9. Integratori ad effetto appetibilizzante: si possono utilizzare probiotici (ad esempio Fortiflora) spolverizzato sopra al cibo oppure dei prodotti appositamente studiati come i Liotreats.

10. Aumento della fame: nessun essere vivente inizia a cibarsi di qualcosa di nuovo (tendenzialmente meno gradito) senza essere mosso dalla fame!!! Quindi non lasciate cibo a disposizione, magari altamente appetibile e calorico come i soliti croccantini, perché si ciberanno solo di questo!


Infine, ricordare sempre che i gatti sono molto abitudinari e formano i loro gusti alimentari nei primi mesi di vita... è bene abituarli a sapori e consistenze differenti fin da piccoli: verdure incluse💪🏻


Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Google+ Basic Square